ICP 2011/Uncategorized

22 ottobre – Happy birthday Al Ma’sara

In occasione del quinto anniversario delle manifestazioni del Venerdì nel villaggio di Al Ma’sara, il Popular Struggle Coordination Commitee (PSCC) del villaggio ha organizzato un grande evento per celebrare la ricorrenza, come sempre dopo la preghiera di mezzogiorno.

Circa 150 persone hanno preso parte all’iniziativa marciando attraverso Al Ma’sara e Jurat ash Sham’a in direzione della strada 3157, la junction road che collega l’insediamento di Efrat e quello di Noqdim – noto per ospitare la residenza del ministro degli esteri israeliano Avigdor Lieberman.

Tra i partecipanti c’erano diversi gruppi di internazionali provenienti da Francia, Norvegia e Spagna, oltre al nostro gruppo ed una consistente presenza di attivisti israeliani. Anche Luisa Morgantini era con noi ed ha preso direttamente parte all’iniziativa, in piena solidarietà con i comitati organizzatori e le motivazioni dell’evento.
Il corteo, colorato da striscioni e bandiere palestinesi, è riuscito a raggiungere la strada principale ed ha proseguito il suo percorso intonando slogan e canti di protesta.

In un primo momento il numero di partecipanti ha colto impreparati i soldati israeliani, che hanno risposto al movimento della folla ricorrendo alla violenza contro le prime linee del corteo: manganelli, spintoni e cariche per respingere la gente verso l’entrata del villaggio.

Quando la situazione si è stabilizzata la manifestazione è proseguita con le dichiarazioni pubbliche degli organizzatori, la musica di un gruppo di percussionisti israeliani da Gerusalemme e, finalmente, il nostro intervento inatteso e coinvolgente: due pentole colme di pasta sono arrivate al centro del gruppo di manifestanti, proprio di fronte ai militari. Abbiamo distribuito piatti a tutti i presenti che ne hanno apprezzato il significato ed il gusto, ed il passo successivo è stato offrirne direttamente ai soldati. Decisamente spiazzati dall’iniziativa questi hanno rifiutano goffamente l’offerta: tra gli sguardi sbigottiti qualcuno rideva di fronte alle mani tese, qualcuno rimaneva impassibile, si voltava, abbozzava un timido “non posso”.

La manifestazione è terminata in modo pacifico, l’atmosfera rilassata, siamo tornati lentamente nel villaggio di Al Ma’sara.

Nel 2010 Amos Gilad, generale di stato maggiore dell’esercito israeliano, ha affermato “we don’t deal well with Gandhi”. Si è visto.

Yallah zeituna!!

Annunci

One thought on “22 ottobre – Happy birthday Al Ma’sara

  1. Pingback: 28 ottobre – Ho parlato ad un soldato | INTERVENTI CIVILI DI PACE IN PALESTINA

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...