Uncategorized

La Resistenza a Bi’lin

Nei giorni 2,3 e 4 Ottobre si è tenuta l’ottava Conferenza Internazionale dei Comitati Palestinesi di Resistenza Popolare nel villaggio palestinese di Bi’lin, conferenza alla quale abbiamo assistito iniziando il nostro mese di permanenza in Palestina. A differenza del passato, solo il primo giorno è stato dedicato agli interventi dei partecipanti, mentre nei rimanenti giorni sono state messe in atto pratiche di azione diretta. Ben consapevoli che la solidarietà internazionele puo’ diventare uno strumento per rafforzare  le pratiche messe in atto dai comitati, abbiamo partecipato a queste azioni.

azione contro il gate a Al Walaja

azione contro il gate a Al Walaja

 La mattina del 3 Ottobre a Ramallah ci siamo radunati in circa cento tra internazionali e attivisti palestinesi e ci siamo poi diretti alla volta del luogo della prima azione della giornata, al Walaja, un piccolo paese a nord ovest di Betlemme isolato dal muro; qui l’azione consisteva nell’abbattimento di un gate posto a ostruzione dell’unico passaggio che consente l’accesso alla strada per alcune case. L’azione si è svolta rapidamente e senza l’intervento di soldati.
  .
 Contemporaneamente abbiamo appreso che tre attivisti palestinesi dei Comitati, mentre si recavano a al Walaja, erano stati bloccati al check point che divide la parte nord della Cisgiordania dalla parte sud,  e successivamente messi in fermo preventivo per più di tre ore.
Tale fermo è uno degli abusi quotidiani perpetrati dalle autorità israeliane nei confronti di attivist@ palestinesi. Tutti i partecipanti all’azione si sono recati immediatamente al check point per chiedere l’immediata liberazione, avvenuta dopo qualche ora.
.

Ma la giornata di azione non si conclude qui. Ripartiamo in direzione Abu Dis, sobborgo di Gerusalemme completamente isolato e diviso dal muro dell’Apartheid. Qui una ventina di attivist@ hanno attaccato una parte del muro cercando di creare un valico; l’immediata risposta dell’esercito dal tetto di una casa palestinese adiacente al muro ha interrotto l’azione con il lancio di una bomba sonora.

manifestazione a Bi'lin

manifestazione a Bi’lin

Il giorno dopo  a Bi’lin si è svolta la manifestazione settimanale contro il muro, che in questo caso è stato anche l’evento conclusivo della conferenza. Come ogni venerdì i partecipanti hanno percorso il tragitto che dal villaggio porta al muro della colonia di Moddin Illit, e come ogni venerdì la protesta è stata letteralmente soffocata da una pioggia di gas lacrimogeni e proiettili di gomma.

Come ogni settimana, questo attacco non ha segnato la fine della manifestazione.

La Resistenza attiva ha costretto i soldati a oltrepassare il muro per disperdere e colpire gli ultimi partecipanti.

CSC_0465

 

Questo che abbiamo raccontato e’ l’inizio della nostra esperienza qui in Palestina al fianco di chi resta ben fermo nella propria Resistenza.

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...