COLTIVARE SOTTO OCCUPAZIONE/conflitto/nonviolenza/palestina/palestine/raccolta olive

MUQAWAMA Al-ZEITUN. Testimonianze di scambi, resistenze e ritorni dal mondo agricolo palestinese.

Scambi. Passati ormai più di venti giorni in Palestina, raccogliamo le olive e scopriamo che gli agricoltori sono in realtà una miscellanea di laureati, migranti ritornati, medici, avvocati, docenti universitari, muratori e operai che nonostante le carriere perseguite e il posto di lavoro in città continuano a lavorare le loro terre con passione e dedizione. … Continua a leggere

La Palestina che r-accoglie
COLTIVARE SOTTO OCCUPAZIONE

La Palestina che r-accoglie

Anche quest’anno in Palestina e’ iniziato il periodo della raccolta delle olive, una delle principali fonti di sostentamento nelle aree rurali della West Bank. Gli agricoltori non possono decidere autonomamente quando effettuare la raccolta poiché sono vincolati da permessi rilasciati arbitrariamente dall’esercito israeliano all’interno dell’Area C. Continua a leggere

Storie di ordinaria occupazione
COLTIVARE SOTTO OCCUPAZIONE

Storie di ordinaria occupazione

Domenica 13 Ottobre. Come sempre, alle 6.30 ci avviamo a raccogliere le olive con una famiglia palestinese, ma oggi i soldati ci attendono sulla strada. I campi in cui ci stiamo recando sono ora separati dal resto del villaggio dalla strada che conduce al vicino outpost (principio di insediamento israeliano illegale). Due soldati bloccano l’accesso … Continua a leggere

La raccolta delle olive nelle terre occupate palestinesi
COLTIVARE SOTTO OCCUPAZIONE

La raccolta delle olive nelle terre occupate palestinesi

Durante la nostra permanenza a Bil’in abbiamo raccolto le olive nel campo della famiglia Bornat, una famiglia di resistenti che ci ha accolto in maniera cordiale. Al campo siamo stati condotti da uno dei figli di W. Bornat, un ragazzo disabile la cui disabilita’ e’ legata ad un episodio spiacevole accadutogli da bambino. Durante la … Continua a leggere